LogoGUS
Cerca
Generic filters
Filter by Categorie prodotto
Produttori
'A Vita
Azienda Agricola Ilaria Cocco
Casa Comerci
Azienda Agricola La Distesa
Paltrinieri
Società Agricola Collecapretta
Azienda Maria Pia Castelli
Vignaiolo Fanti
Tenute Dettori
Revì
Antica Azienda Agricola Paolo Bea
Società Agricola Annesanti
Cantina San Biagio Vecchio
Ermes Pavese
Azienda Agricola Artico
Elena Fucci
Cipressi Claudio
Cascina degli Ulivi
Azienda Agricola Battiato
Azienda Agricola Ciro Picariello
Azienda Agricola Hibiscus
Casa Coste Piane
Emidio Pepe
Forlini Cappellini
Iacopo Paolucci
Il Paradiso di Manfredi
L'Archetipo
Nicola Gatta
Ronco Severo

tenute dettori

“Siamo piccoli artigiani del Vino e della Terra. Scusate ma non seguiamo il mercato, produciamo vini che piacciono a noi, vini della nostra cultura. Sono ciò che sono e non ciò che vuoi che siano. Tutto questo perché siamo semplicemente dei piccoli artigiani di vino.” Così Alessandro Dettori riassume la filosofia dell’azienda di famiglia, nome storico e baluardo del vino naturale in Sardegna.

tenute dettori

Produttore: Alessandro Dettori

Regione: Sardegna

Anno di fondazione: 1981

Ettari coltivati a vigneto: 29 ha

Vitigni coltivati: Vermentino, Moscato, Cannonau, Monica, Pascale

Bottiglie prodotte: 95.000 circa

Certificazioni: Demeter, Suolo e Salute

Produttore:
Alessandro Dettori

Regione:
Sardegna

Anno di fondazione: 1981

Ha coltivati a vigneto:
29 ha

Vitigni coltivati: Vermentino, Moscato, Cannonau, Monica, Pascale

Bottiglie prodotte:
95.000 circa

Certificazioni: Dementer, Suolo e Salute

La cantina Dettori si trova a Sennori, in provincia di Sassari, in quel piccolo triangolo di terra chiamato Romangia, zona geografica del Logudoro, “luogo dorato” in sardo, così chiamata in quanto è considerata la parte più fertile, ricca e vivace della Sardegna e da sempre culla del Cannonau. In quest’azienda tutto è fatto in famiglia, dalla vigna alla cantina, che è costruita interamente sottoterra.

Le uve di Vermentino, Cannonau, Monica, Pascale e Moscato, provengono dal magnifico Cru di Badde Nigolosu, una sorta di anfiteatro, a circa 250 metri di altitudine, circondato da verdeggianti colline. Il terreno è prevalentemente calcareo e ricco di arenaria: l’insieme di questi due minerali gli conferisce il tipico color bianco panna. La selezione delle uve è manuale, l’uva viene diraspata ma non pigiata, lasciata a macerare nei tini di cemento senza aggiunta alcuna di solforosa. Il mosto prosegue il suo cammino nelle piccole vasche di cemento sino al suo imbottigliamento, di solito dopo due/tre anni, effettuato con l’aiuto di tutti i parenti.

La cantina è certificata biodinamica, filosofia aziendale che vuole che la natura compia il suo ciclo senza alcun intervento di agenti esterni: tutto avviene nel modo più spontaneo e genuino possibile. Non vengono aggiunti lievi, enzimi o qualsiasi altro coadiuvante per la vinificazione. Non filtrati, non chiarificati, non barricati: la maggior parte dei vini prodotti sono dei Cru e vengono lavorati in purezza, ma c’è spazio anche per i blend come il Renosu Bianco e il Renosu Rosso. Ogni bottiglia può essere diversa l’una dall’altra ed è bene lasciarla esprimere con i suoi tempi.

Perché tenute dettori?

MartaNuova

I caratteri poliedrici di queste uve sono ampliamente decantate dalle sorsate dei vini di Tenuta Dettori. Vitigni in purezza che esprimono morbidezza, acidità, aromaticità ognuno nel suo carattere predominante e con la propria indistinguibile personalità. Curiosi e beverini, i blend lasciano danzare queste singole peculiarità una ad una, in armonia a tu per tu con il nostro palato.

L'opinione di Marta

I vini di tenute dettori