LogoGUS
Cerca
Generic filters
Filter by Categorie prodotto
Produttori
'A Vita
Azienda Agricola Ilaria Cocco
Casa Comerci
Azienda Agricola La Distesa
Paltrinieri
Società Agricola Collecapretta
Azienda Maria Pia Castelli
Vignaiolo Fanti
Tenute Dettori
Revì
Antica Azienda Agricola Paolo Bea
Società Agricola Annesanti
Cantina San Biagio Vecchio
Ermes Pavese
Azienda Agricola Artico
Elena Fucci
Cipressi Claudio
Cascina degli Ulivi
Azienda Agricola Battiato
Azienda Agricola Ciro Picariello
Azienda Agricola Hibiscus
Casa Coste Piane
Emidio Pepe
Forlini Cappellini
Iacopo Paolucci
Il Paradiso di Manfredi
L'Archetipo
Nicola Gatta
Ronco Severo

Iacopo paolucci

Il progetto nasce dall’idea imprenditoriale del giovane enologo Iacopo Paolucci, che con conoscenza diretta e perfezionata attraverso l’osservazione pratica in importanti realtà enologiche, individua in Doglio, suggestiva località’ nei pressi di Todi, il luogo per la creazione della propria impresa: nuova cantina cinta di nuovi vigneti. Col chiaro intento di produrre vini tipici, naturali e di qualità.

Rispetto il territorio che mi permette di realizzare questi prodotti con passione e sacrificio. Mi sono messo in gioco con tutto l’entusiasmo e la mia giovane esperienza puntando al prodotto migliore possibile.” Iacopo Paolucci

iacopo paolucci

Produttore: Iacopo Paolucci

Regione: Umbria

Anno di fondazione: 2016

Ettari coltivati a vigneto: 5 ha

Vitigni coltivati: Grechetto, Trebbiano Spoletino, Grero

Bottiglie prodotte: 20.000 circa

Certificazioni: Biologico

“Iacopo Paolucci” è una giovanissima realtà nata nel 2016 dalla passione e dalla dedizione di Iacopo Paolucci per il mondo del vino e dell’enologia. I suoi studi e la sua curiosità lo portano ad avere diverse esperienze professionali e lavorative in importanti cantine del centro Italia. Dopo pochi anni decide di mettersi in gioco in prima persona e per questo costruisce il suo piccolo grande sogno, quello di una cantina ed una realtà vitivinicola tutta sua. Costruisce così, con tanto amore e tanto impegno, quella che oggi, inizialmente con timidezza e poi con fierezza, rappresenta una delle cantine emergenti dell’Umbria più conosciute e con dei risultati sorprendenti.

Iacopo intuisce sin da subito come il suo approccio moderno nella produzione di vino non deve andare in antitesi con la tradizione, con la storia, con il territorio, anzi, utilizza le conoscenze, la ricerca ed i costanti aggiornamenti e tecnologie come uno strumento moderno sì, ma valido per valorizzare al meglio il passato, e l’autenticità dei vitigni e del luogo.

Doglio, piccolissima frazione del comune di Monte Castello di Vibio in provincia di Perugia, è la culla di terra eletta da Iacopo per ospitare il suo sogno e le sue vigne.

Sono impiantati esclusivamente autoctoni: Grechetto di Todi, Trebbiano Spoletino e il Grero quest’ultimo in via di estinzione e recuperato da Iacopo e pochi altri produttori in Umbria.

Iacopo ha le idee chiare, la sua direzione ostinata è un futuro ricco di passato ed autenticità. Per noi è un onore rappresentare con vanto, attraverso la sua testimonianza, una zona dell’Umbria, quella vicino a Todi, che nel tempo si è fatta conoscere in primis per il suo Grechetto e Iacopo, come pochi altri, lo interpreta in tutta la sua magnificenza, potenza e austerità.

Perché Iacopo Paolucci?

MartaNuova

La semplicità, la fierezza, la dedizione, il rigore, la passione e l’attaccamento alle origini e alla terra di Iacopo sono caratteristiche che lui stesso ci consente di ritrovare attraverso le sorsate autentiche dei suoi vini. Vini densi e pregni di personalità, di territorio, di animo umbro.

L'opinione di Marta